L’avvento delle livelle laser ha segnato una nuova era in ambito edilizio, artigianale e cantieristico, ma anche nel campo dei lavoretti ‘fai da te’. È possibile utilizzare questi strumenti per una miriade di attività e interventi diversi. Se le livelle possono essere un optional per il semplice lavoretto domestico, il loro uso è invece d’obbligo per tutti i tipi di costruzioni e modifiche strutturali. Per poter individuare la migliore livella laser sul mercato si dovrà prestare attenzione a molti fattori che possono contribuire a definire un quadro chiaro ed esaustivo del miglior prodotto da acquistare. Le differenze si traducono nelle diverse tipologie di livelle laser in commercio. Queste si possono suddividere in quattro principali ‘macro-gruppi’ in base alle caratteristiche strutturali e al tipo di luce che emettono: le livelle laser rotanti, le livelle a linea, le livelle a punti e le livelle a croce.

Le prime sono le più popolari e diffuse fra esperti e professionisti. Queste livelle sono dotate di un puntino rosso che gira fino a 1000 rpm per creare un effetto a linea singola a 360 gradi. Il principale vantaggio risiede nella possibilità di tracciare una linea laser ovunque con la massima precisione. Questa facoltà rende queste livelle molto versatili e pratiche per progetti di grossa portata anche all’aperto. L’unico inconveniente è che questo genere di livelle è ingombrante e costoso. I modelli a linea, invece, si prestano a lavorazioni più moderate anche in ambienti interni. La livella visualizzerà una linea fittizia su una superficie consistente in un singolo raggio laser verde o rosso, che può essere orizzontale o verticale o entrambi. In questo caso abbiamo modelli piccoli e compatti, in genere economici rispetto alle livelle laser rotanti.

Va aggiunto che questi strumenti possono visualizzare le linee in diverse direzioni ed essere installati su un treppiede, adatti sia a neofiti che a professionisti per la loro versatilità. Ultimo modello la livella laser a punti, che viene utilizzata per mostrare i punti di connessione su una superficie. Sono le livelle più comuni tra i progetti fai-da-te e hanno il vantaggio di essere convenienti. Ma non sono le più facili da usare avendo spesso bisogno di strumenti di misurazione accessori per ottenere il risultato voluto. Chiudono la quaterna le livelle a croce o a raggio incrociato, utili per effettuare gli squadri.