Tutt’altro che noioso e monotono, il mercato degli aspirabriciole è in costante fermento per l’arrivo di modelli sempre nuovi che superano in prestazioni e design i precedenti, surclassando i vecchi modelli a suon di tecnologie innovative e performance superiori. Se avete intenzione di acquistare un aspirabriciole a batteria non fermatevi al primo che ‘occhieggia’ dallo scaffale fisico o dall’homepage dello store telematico. Si sa che i modelli a batteria hanno i minuti contati quanto ad autonomia, pertanto prima di pensare a risparmiar qualche spicciolo si badi alla durata del funzionamento del singolo modello. Se si scava più a fondo, si potrà scoprire una varietà di batterie più o meno prestazionali, vi consigliamo se non volete restare a boccasciutta dopo una sessione di pulizia di pochi minuti di dotarvi di un apparecchio provvisto di batterie agli ioni di litio, ultraleggere e durature, che in più hanno il pregio di ricaricarsi velocemente.

In questi casi, l’autonomia è tutto, pensate a cosa sarebbe intraprendere un’operazione di pulizia domestica o dell’auto rimanendo con l’aspirabriciole ‘kaputt’ dopo appena pochi minuti di utilizzo. Per una maggiore soddisfazione nell’utilizzo dei modelli cordless si faccia bene attenzione al tipo di batteria montata dal dispositivo in nostro possesso. Anche le batterie in nichel-metallo idruro (Ni-Mh) sono consigliabili, sebbene più pesanti e oberate dall’effetto ‘memoria’, mentre sarebbero da evitare apparecchi funzionanti con batterie al nichel cadmio che si basano su tecnologie superate e sono tipiche dei modelli più economici. Altro aspetto determinante se si vuol essere sicuri di portare a casa un aspirabriciole che non ci faccia pentire dell’acquisto appena effettuato è la praticità nel suo utilizzo.

Pensate a cosa sarebbe dover combattere a pulire la superficie di un tavolo o un tappetino dell’auto con un aggeggio ribelle e poco maneggevole, che fa passare la voglia di usarlo. L’ergonomicità è uno dei fattori da considerare, proprio perché attiene alla qualità delle forme e delle linee che fanno di questi prodotti degli apparecchi più o meno maneggevoli e bilanciati. Se l’impugnatura è scomoda o il modello troppo pesante, oltre ad affaticare il polso pregiudicherà pure la riuscita della sessione di pulizia che si è intrapresa, scoraggiando l’utilizzatore per successivi utilizzi. Per scegliere bene si consiglia di fare riferimento alle linee guida che potete attingere dal sito tematico https://aspirabriciolemigliore.it e i modelli più innovativi.